Per un problema tecnico non sono più visibili le ultime immagini pubblicate nel blog. Ci stiamo impegnando per inserirle di nuovo, partendo dalle più recenti. Ci vorrà del tempo perché purtroppo le foto perse sono circa 2000. Ci scusiamo per l’inconveniente.

18 febbraio 2009

MINISTERO DELLA SALUTE: STA PER DIVENTARE ESECUTIVA L'ORDINANZA MARTINI-

....





IMMINENTE LA NUOVA ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE.


E'pronta l'ordinanza «Tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressività dei cani», costituita da 7 articoli che contengono importanti novità, come anticipa il sottosegretario alla Salute, Francesca Martini.l' articolo 1, comma 1 avrà come titolo ''La responsabilita' del proprietario'' che detterà norme innovative:
- Tra qualche settimana al massimo, tutti i cani dovranno essere tenuti al guinzaglio «di lunghezza non superiore a 1,5 metri". dunque non satranno più consentiti i guinzagli estensibili. L'obbligo sarà in vigore «nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico salvo le zone individuate dai Comuni».

- La museruola invece andrà indossata solo nelle situazioni a rischio. I proprietari dovranno comunque portarla con sé, del tipo morbido o rigido, per utilizzarla all'occorrenza.


- Cadono le distinzioni fra razze canine: si legge nelle premesse che: «non è possibile stabilire a priori il rischio di maggiore aggressività solo sulla base di appartenenza a una determinata razza o ai suoi incroci». Le liste di cani pericolosi, previste nella precedente disciplina emanata dall'ex ministro alla Salute, Livia Turco, e prima ancora da Girolamo Sirchia, non hanno funzionato come dimostra il fatto che «episodi di aggressione alle persone persistono». «Il proprietario è responsabile del benessere e del controllo dell'animale - dice Martini, citando il primo articolo - e risponde dal punto di vista civile e penale dei danni ai cittadini o ad altri animali. La responsabilità ricade anche sulle persone incaricate di tenere il cane in sua assenza». «Aumentano le garanzie di sicurezza per i cittadini - spiega il sottosegretario -. L'opinione secondo cui esistono razze a rischio non ha fondamento scientifico. Dipende da come un cane viene educato e seguito. ».


- Tra le novità, un patentino che attesterà la partecipazione dei prprietari ai corsi di formazione ( vedremo in quali cai facoltativi o obbligatori) organizzati da Comuni e Asl.

- Se il cane ha precedenti «aggressivi» scatta l'obbligo dell'assicurazione.


- Altro punto qualificante, il registro per i cani che hanno morso o che sono stati segnalati per comportamenti aggressivi. Per questi cani, inseriti nel registro, c'e' l'obbligo di una polizza per danni conto terzi oltre che l'obbligo di museruola e guinzaglio congiuntamente.

- Prevista anche la regola di munirsi di bustina e paletta per raccogliere le feci depositate sul marciapiede o in mezzo a un'aiuola.

''Questa ordinanza - ha detto Martini - si fonda su due pilastri: la prevenzione e il lavoro sulla formazione quando esistono segnalazioni''. ( Fonte: ANSA/Corriere della Sera)



Condividi

Nessun commento: