Per un problema tecnico non sono più visibili le ultime immagini pubblicate nel blog. Ci stiamo impegnando per inserirle di nuovo, partendo dalle più recenti. Ci vorrà del tempo perché purtroppo le foto perse sono circa 2000.
Ci scusiamo per l’inconveniente.

8 settembre 2014

QUANDO LA BESTIA E' L'UOMO....

1 prima dell'intervento

Rimangono spesso stupite le persone di buon senso quando scoprono quanti cani vengono quotidianamente abbandonati, ma rimangono ancora più stupite quando ci sono casi come quello che vogliamo denunciare con questo articolo.

Qualche mese fa è stata portata al canile di San Piero una cagnolina di circa dieci anni con una sospetta escrescenza sul collo. La cagnolina, alla quale è stato dato il nome di Olga, è stata trovata al passo della Consuma, stremata a causa della camminata per ritrovare chi l'aveva lasciata. Chi ha abbandonato Olga non solo non ha coscienza, ma non ha nemmeno un'umana compassione per la sua condizione. Ha soltanto una bestiale ferocia. Allora chi è in questo caso la bestia? L'uomo.

Purtroppo la specie umana ha una sorta di "malattia" che la fa sentire superiore a tutto e tutti: si sente tanto potente da poter decidere del destino di un altro essere. Abbandonare gli animali è un atto vergognoso, spregevole e meschino, ma abbandonarlo in queste condizioni è bestiale.

Olga aveva difficoltà a camminare perché l'enorme escrescenza invadeva la parte davanti del suo corpo e comprimeva le zampe anteriori. Lo sguardo di Olga era malinconico come se cercasse spiegazioni di quanto le era accaduto, come se cercasse di capire perché proprio il suo padrone l'aveva tradita. Si dice che il cane è il miglior amico dell'uomo ma, come succede tra noi, dare troppa fiducia a qualcuno non sempre ripaga.

2 dopo l'operazione, a casa di una volontariaDopo qualche seduta dal veterinario, Olga è stata operata: la parte di carne in eccesso è stata asportata e conteneva un'enorme quantità di grasso superfluo. Purtroppo la cagnolina ha un'altra escrescenza sulla zampa ma adesso, tra le cure dei volontari e dei dipendenti del canile, può ritenersi protetta e mai tradita. L'uomo (o la donna) che l'ha abbandonata ha visto giorno dopo giorno crescere questo "bozzo" nel suo amato cane che, da piccolo, era "carino" ma quando i problemi sono arrivati ha ritenuto più opportuno fingere di non vedere cosa stava accadendo al suo corpo e abbandonarlo. Quest'uomo o questa donna invecchieranno, saranno sempre più deboli e forse i loro figli avranno cura e compassione di loro; ma se questo non avvenisse, se fossero "abbandonati", il destino starà solo ripagando la sofferenza di Olga. Angelica Tinti, 17 anni

Olga ha un carattere splendido: è una cagnolina socievole, affettuosa, calma ed equilibrata. Nel periodo post operatorio ha trascorso qualche settimana a casa di alcuni volontari e ha mostrato, oltre ad una notevole capacità di adattamento, di conoscere alla perfezione le "regole" del vivere domestico. Adesso si è completamente ristabilita, è in ottima forma. Le manca solo una famiglia...venite a conoscerla!

DSC_4197

Condividi

Nessun commento: