Per un problema tecnico non sono più visibili le ultime immagini pubblicate nel blog. Ci stiamo impegnando per inserirle di nuovo, partendo dalle più recenti. Ci vorrà del tempo perché purtroppo le foto perse sono circa 2000. Ci scusiamo per l’inconveniente.

22 luglio 2016

PETIZIONI

 

1)  PETIZIONE PER SALVARE GLI ELEFANTI

Ogni 15 minuti, un elefante viene massacrato brutalmente per le sue zanne. Di questo passo, tra pochi anni questi animali saranno spariti dalla faccia della Terra. Tutto il mondo sta andando verso uno storico divieto globale e permanente sul commercio d’avorio, ma la Commissione Europea si è appena dichiarata contraria.
Quella degli elefanti è una crisi terribile: in alcune zone, queste creature magnifiche e intelligenti escono solo di notte perché sono terrorizzate dall’uomo, e i cuccioli di elefanti non vogliono abbandonare i cadaveri massacrati delle loro madri. Ora sono addirittura 29 i paesi africani che hanno dichiarato che se l’Europa continuerà ad opporsi, firmerà la condanna a morte per gli elefanti. E hanno bisogno del nostro aiuto.
Tra pochi giorni ci sarà un vertice globale che potrebbe essere quello in cui finalmente si approva il divieto definitivo al commercio d’avorio che cerchiamo da anni! E sembra che paesi influenti come Francia e Germania si potrebbero ribellare alla decisione europea. I governi africani consegneranno il nostro appello in riunioni con i paesi fondamentali, inclusa l'Italia, per creare consenso per il divieto. Firma ora per salvare gli elefanti e condividi con tutti:

************************

2) Fermiamo la strage dei cervi in Valtellina

Strage di cervi e dei loro cuccioli. Più che una necessità, un business per molti. Si stima che solo tra il 2013 e il 2014 ne siano stati uccisi ben 2000 esemplari. Non stiamo parlando di cinghiali (che pure hanno diritto a vivere!). Ma del cervo, il mite, mansueto cervo, simbolo della Natura felice prima della colpa, di vitalità e rigenerazione.

Secondo qualcuno i cervi sono "pericolosi" perché invadono le strade e danneggiano le colture. Quindi vanno eliminati, assieme alla loro prole, perché non si riproducano. Spiacenti se non riusciamo ad abbracciare la vostra causa, signori cacciatori. Ai nostri occhi è ancora e sempre l'uomo l'animale più pericoloso. Se dovessimo ragionare in questi termini...

FIRMA QUI

Condividi

Nessun commento: