Per un problema tecnico non sono più visibili le ultime immagini pubblicate nel blog. Ci stiamo impegnando per inserirle di nuovo, partendo dalle più recenti. Ci vorrà del tempo perché purtroppo le foto perse sono circa 2000.
Ci scusiamo per l’inconveniente.

25 aprile 2008

.



Mutua per gli animali da compagnia

Proposta di legge sulla tutela dei diritti degli animali


FIRENZE. Mutua per gli animali da compagnia. Questa una delle proposte della commissione Sanità della Toscana durante le consultazioni di ieri pomeriggio sulla proposta di legge sulla tutela dei diritti degli animali. Sono stati ascoltati addetti ai lavori, associazioni, sindacati e istituzioni. Numerose le osservazioni e le integrazioni proposte, in un clima generale di accoglienza positiva della proposta di legge. Tra i rilievi fatti, quelli relativi alla mutua per gli animali da compagnia, da realizzare coinvolgendo anche i privati per non gravare troppo sulle strutture Asl; sulla necessità di attenersi alle leggi europee per quanto riguarda la sperimentazione sugli animali; sull’opportunità di prevedere accreditamenti obbligatori per i canili, di prevedere autorità sostitutive in caso di inadempienza da parte dei Comuni, di inserire nella proposta anche altre specie, come cavalli, furetti e conigli, di non obbligare gestori di alberghi e ristoranti ma di lasciare loro comunque scelta.La presidenza della Commissione ha sottolineato che è in corso un lavoro comune sulla proposta di legge, e che probabilmente norme come il divieto di vivisezione o l’istituzione di un servizio sanitario mutualistico interamente gratuito per gli amici a quattro zampe verranno stralciate. Resterà però in piedi la parte che si propone di eliminare l’apartheid degli animali e consentire loro, nel pieno rispetto della dignità e dell’intelligenza animale e anche umana, di stare accanto al padrone. Il tutto non tramite costrizioni, ma prevedendo delle eccezioni che permettano agli esercenti di scegliere, di tutelarsi e di rispettare tutte le normative.
Fonte: : LA ZAMPA.IT

Condividi