16 febbraio 2019

CANILE SANITARIO

IL CANILE SANITARIO è il luogo di prima accoglienza, costituito da  10 box. Quando arriva un nuovo cane, trovato vagante nel territorio casentinese, viene sistemato presso il canile sanitario,  controllato e visitato dal veterinario. Se è dotato di microchip o tatuaggio non è difficile risalire al proprietario, che, con tutta probabilità, l’ha smarrito. Se invece non ha elementi identificativi e nessuno si presenta per riaverlo, è chiaro che si tratta -purtroppo- di abbandono. Così, dopo 60 giorni di permanenza nel canile sanitario, viene  trasferito nel “canile Rifugio”.
     ABBANDONATI O SMARRITI?
 
Nel caso in cui  i proprietari non si facciano avanti  i cani che vedete in foto verranno dati in adozione. Venite a trovarli, siamo aperti sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12 (Per visite infra settimanali contattateci). Per informazioni potete contattarci per telefono al numero 347.5421554, per email: casentino@enpa.org o su Facebook.
Per la restituzione: I proprietari  devono contattare la LA POLIZIA MUNICIPALE:
POLIZIA MUNICIPALE DI BIBBIENA                          0575 530660
POLIZIA MUNICIPALE DI PRATOVECCHIO-STIA    0575/503870 - 335/1427510
POLIZIA MUNICIPALE DI CAPOLONA                       0575 421316
POLIZIA MUNICIPALE DI SUBBIANO                        0575 421726
PER GLI ALTRI COMUNI DEL CASENTINO:
POLIZIA MUNICIPALE UNIONE DEI COMUNI 0575. 50 77 77

CANI PRESENTI AL CANILE SANITARIO:

 LUKY    SETTER MASCHIO BIANCO/ARANCIO TROVATO A CASTELNUOVO DI SUBBIANO IL 1.12.2018

PIPPO - SIMIL BRACCO - TROVATO A COMPITO (CHIUSI DELLA VERNA)  IL 16.11.2018
OLIVER SETTER BIANCO/NERO - TROVATO A GRESSA (BIBBIENA)  IL 7.11.2018
BRETON MASCHIO BIANCO/NERO TROVATO  CASTELFOCOGNANO IL 19.01.2019
2 METICCI   MASCHI TROVATI  CHIUSI DELLA VERNA  IL 11.02.2019



 






Condividi

14 febbraio 2019

TEX ADOTTATO





 







Abbiamo aspettato tanto questo momento.

Abbiamo temuto che non arrivasse mai.

Tex, caro. Ti abbiamo visto crescere ed invecchiare

Nove anni di canile sono infiniti…

Sei sopravvissuto, forte come una roccia, tenace come nessuno…

Ti abbiamo dedicato la copertina del calendario: felici per l’occasione che ti stavamo dando, tacitamente consapevoli che sarebbe stata una delle ultime.

Abbiamo scritto per te fiumi di parole intrise di sofferenza.

Il tempo incombeva come una spada di Damocle. Su di te e su di noi.

Passava inesorabile, senza che nulla accadesse. Come è stato per tantissimi anni.

Poi un giorno compare un commento sotto la tua foto.

“Io lo potrei prendere!! Mi fa tanta tenerezza... domani vi contatto”.

E Lucia ci contatta davvero. Decisa, consapevole del significato della sua scelta.

Ha già un cane anziano, meraviglioso. E una cucciolona  adottata da noi qualche anno fa.  

Vive in un posto bellissimo

Ha un cuore grande ed il desiderio di riscattare la vita di un cane che ha avuto bene poco dalla sorte.

Ci inchiniamo di fronte a questa persona speciale che non ringrazieremo mai abbastanza

Ci inchiniamo di fronte a Tex che non si è arreso mai. Qualcuno lo chiama istinto di sopravvivenza. Per noi è coraggio.

Buona vita, amico coraggioso.


Condividi

8 febbraio 2019

Deregulation filovenatoria, nuovi attacchi alla legge nazionale. Le associazioni: non affidare la gestione della fauna alle "doppiette", no ai cacciatori come surrogati delle guardie venatorie pubbliche


Stralciare dalla proposta di legge "omnibus" n. 982, che vede come primo firmatario Filippo Gallinella (M5S, presidente della Commissione Agricoltura della Camera) le norme che delegano al mondo venatorio la delicata materia della "gestione" faunistica. Lo chiedono le associazioni Enpa, Lac, Lav, Lipu e Wwf che sottolineano come un'approvazione di tali norme, attualmente all'esame della Commissione Agricoltura della Camera,  porterebbe di fatto alla possibilità di sparare tutto l'anno.  «Gli stessi emendamenti filovenatori sul "controllo" faunistico - osservano le associazioni - erano già stati respinti dal Senato dopo che i loro medesimi proponenti li avevano ritirati durante la discussione del decreto "Semplificazioni". E' inaccettabile che la Camera stia cercando di riproporne il contenuto».
Secondo Enpa, Lac, Lav, Lipu e Wwf, si tratta dell'ennesimo tentativo di stravolgere la legge 157 del 1992 sulla tutela della fauna selvatica e sulla regolamentazione della caccia; per questo le associazioni hanno chiesto con una lettera di essere audite dalla Commissione Agricoltura. «La proposta di legge n.982, firmata tra l'altro da molti capigruppo, con il pretesto della semplificazione amministrativa, inserisce due articoli palesemente a favore dei cacciatori. L'art. 31 - spiegano Enpa, Lac, Lav, Lipu e Wwf - delega totalmente la gestione faunistica, materia prettamente scientifica di competenza della pubblica amministrazione, al mondo venatorio: un tentativo chiaro di superare, attraverso la modifica della legge nazionale, ben 5 sentenze della Corte Costituzionale che hanno bocciato le Regioni per aver inserito illecitamente nelle proprie leggi regionali la figura del cacciatore/selecontrollore con il chiaro intento di consentire la caccia tutto l'anno».

Sotto accusa anche l'articolo 32 della proposta di legge, il quale amplia il numero delle associazioni venatorie riconosciute (ai sensi della 157/92) inserendo la Confavi. «Con un gesto di responsabilità - concludono le associazioni - la Camera dei Deputati si esprima per lo stralcio di questi due articoli, pericolosi, dannosi e senza alcun presupposto scientifico. Misure, quelle in discussione, del tutto all'opposto rispetto alle grandi esigenze del patrimonio faunistico del nostro Paese che richiede invece una forte, decisa, politica di tutela».

http://enpa.it/it/57181/cnt/i-fatti/deregulation-filovenatoria-nuovi-attacchi-alla-leg.aspx

Condividi

11 gennaio 2019

GRAZIE

Babbo Natale è stato davvero generoso con i  nostri amici a 4 zampe bisognosi!  Un grazie di cuore a Giovanna, Sonia, Roberta, Maria Josè, Lorenza , Serena, Carla e tutto il club della maglia, Farmacia di San Piero in Frassino, Tiziana, Marinella,  L’Anonimo benefattore, Gianna, Marisa Casulli, Martina Grotti.

  PER OFFERTE IN CIBO, DENARO E COPERTE !!


Nessuna descrizione della foto disponibile.

Condividi