Per un problema tecnico non sono più visibili le ultime immagini pubblicate nel blog. Ci stiamo impegnando per inserirle di nuovo, partendo dalle più recenti. Ci vorrà del tempo perché purtroppo le foto perse sono circa 2000. Ci scusiamo per l’inconveniente.

15 giugno 2010

UN REGALO DI NOME FOX

Fox 2008 “Perché corri così tanto Fox e non ti fermi mai per più di due minuti? Vorrei accarezzarti un po’!” chiesi timidamente a quello che sarebbe stato un mio caro amico a quattro zampe: un “puro meticcio” dal morbido pelo color marrone e sole e con uno sguardo di una dolcezza infinita…timido nella sua sfumatura nocciola.

“Non posso…non posso..devo battere il Tempo signorina!” mi rispose lui con il fiato in gola.

“Che vuol dire battere il Tempo?” dissi io.

“Vede, un giorno..diversi anni fa, il signor Tempo mi ha sfidato dicendomi che non l’avrei mai battuto…mi disse che lui correva più veloce di tutti..e che nessuno l’aveva superato fino a quel momento..se volevo potevo provare a sorpassarlo. Se l’avessi foxbattuto le mie uscite dalla cuccia del canile sarebbero durate molto di più, mentre adesso lui le fa volare! E poi mi ha detto che il mio padrone mi ha abbandonato perché correvo troppo piano…se vinco la sfida con il signor Tempo forse Lui verrà a riprendermi e sarà orgoglioso di me, mi riporterà a casa e mi accarezzerà la sera, come faceva prima di lasciarmi quel giorno…Sa sono un cane grande ed energico e tutti qua mi rispettano, ma non mi vergogno a dire che il mio cuore batte forte quando qualcuno mi coccola, ma purtroppo non ho il tempo di fermarmi a causa del signor Tempo!!!! Fino ad ora non l’ho mai battuto, arriva sempre primo lui e in un baleno mi chiamano per tornare dentro al box.”

“Credo che questo Signor Tempo si stia approfittando della tua buona fede e nostalgia del padrone per divertirsi un po’ alle tue spalle!” dissi io “Nessuno può batterlo…nè tanto meno fermarlo, ma puoi riempirlo delle cose che vuoi…forse questo è l’unico modo per vincere questa strana sfida!”

“E come si fa???…Credo di essermene dimenticato!”

“Potresti intanto fermarti qua con me e farti accarezzare un po’, oggi è una splendida giornata di primavera…senti come si sta bene stesi su questo prato…e poi potremmo giocare un po’ correndo insieme… questo è riempire il tempo.”

Il mio nuovo amico, dopo un po’ di titubanza accettò il mio invito e si distese accanto a me. Il suo “nocciola” entrò nel mio “marrone scuro” e il suo cuore batteva insieme al mio: sentivo da parte sua una fiducia mai persa verso la nostra “razza” così volubile e poco affidabile …. crudele a volte.

“E’ proprio bello riempire il tempo sa signorina???…Posso chiederle una cosa??” mi disse con un filo di voce.

“Chiedi pure !”

“Il mio padrone non tornerà più vero?”

“Purtroppo credo di no, anche se corressi più veloce del Signor Tempo…ma se corri insieme ad altri amici potresti incontrare qualcuno dal cuore d’oro come il tuo disposto a portarti nella sua casa, a renderti una cuccia e le carezze che tanto cerchi..e che tanto meriti! Potrai donare di nuovo la tua fedeltà a chi davvero ne è degno..e ricevere l’amore che aspetti....”

Restammo in silenzio per un po,’ io e Fox, mentre la mia mano gli restituiva un po’ di quello che una persona insensibile gli aveva tolto quel giorno abbandonandolo.. Poi ci lanciammo a perdifiato dentro il bosco a rincorrere il vento e le foglie seguiti dagli altri amici del rifugio.

E dopo le nostre scorribande, giunto il momento del rientro, Fox si avvicinò a me incrociando il mio sguardo

Fox 2010 ”Signorina adesso devo proprio tornare dentro al mio box…Vorrei però sdebitarmi con lei…oggi ho vissuto tutto il mio tempo…non l’ho perso rincorrendolo a vuoto… e stanotte avrò cose molto belle da sognare…”

“….Sei tu che mi hai fatto un regalo amico mio...” risposi.

“Davvero?” disse incredulo.

“Un regalo prezioso: mi hai donato tutto il tuo tempo…riempiendo il mio di giochi e di “nocciole”…Ci rivedremo vero?”

“Se trova un po’ di “tempo” io sono qua…” rispose.

Credo proprio che Fox quel giorno abbia vinto la sua sfida con quel bizzarro Signore……

Claudia Antonini,  CASENTINO 2000, Maggio 2010  

Condividi

Nessun commento: